L'itinerario del Mar de Arousa e del fiume Ulla

L'itinerario del Mar de Arousa e del fiume Ulla è un singolare itinerario marittimo e fluviale che ricorda l'arrivo in Galizia, via mare, del corpo dell'Apostolo Giacomo il Maggiore, dopo il suo martirio a Gerusalemme intorno all'anno 44.

Ruta del mar de Arousa y río Ulla:

  • Difficoltà Bassa
Barche sulla spiaggia

I porti di Ribeira e O Grove segnano l'ingresso della Ría di Arousa, nelle cui acque navigò la nave dell'Apostolo le ultime miglia. L'itinerario del Mar de Arousa e del fiume Ulla è un singolare itinerario marittimo e fluviale che ricorda l'arrivo in Galizia, via mare, del corpo dell'Apostolo Giacomo il Maggiore, dopo il suo martirio a Gerusalemme intorno all'anno 44. Antiche tradizioni cristiane e vari testi medievali, il più importante di essi, il libro III del Codex calixtinus, assicurano che Santiago era stato trasferito dal porto di Jaffna, in Palestina, attraverso tutto il Mediterraneo e la costa atlantica iberica, fino ai confini dell'Occidente, dove aveva predicato il vangelo. È nota come Translatio.

Il corpo di Santiago, —accompagnato dai suoi discepoli Teodoro e Attanasio — entrò dalla Ría di Arousa, risalì il fiume Ulla fino ad approdare a Padrón, il porto fluviale della città romana di Iria Flavia. Arrivò su una nave di pietra, riferendosi probabilmente a una delle navi che, a quell'epoca, trasportavano minerali dalla Galizia ad altri luoghi dell'Impero romano.

Tracciato dell'itinerario e risorse di interesse

Un territorio di grandi paesaggi e spiagge, ricca di storia e etnografia. Con dolci pendii dove la coltivazione della vite ha creato vini internazionali come l'albariño. Una ría, popolata da isole autentiche —Ons, Sálvora, A Toxa, Arousa o Cortegada—- che emergono tra le vistose "bateas" (vasche di legno per l'allevamento di frutti di mare) dove troviamo mitili, ostriche e capesante.

L'itinerario marittimo-fluviale del Mar de Arousa e del fiume Ulla commemora ogni anno questo episodio. E lo fa seguendo gli ultimi tratti di quell'ultimo viaggio apostolico. I porti di Ribeira e O Grove segnano l'ingresso della Ría di Arousa. Davanti a noi quaranta miglia nautiche fino all'antica Iria Flavia e poi, circa 25 chilometri a piedi fino a Santiago de Compostela.

Ogni estate si organizza una vistosa processione marittimo-fluviale con varie imbarcazioni adornate e con una straordinaria partecipazione di pubblico, proveniente dai vari porti della Ría di Arousa e con destinazione a Pontecesures e Padrón. La prima risalita si svolse nel 1965, grazie all'impulso e la dedizione di José Luis Sánchez-Agostiniano (1930-2010) e alla creazione della Fondazione Ruta Xacobea do mar de Arousa e Ulla. Questa fondazione concede, insieme ai municipi collaboratori, il diploma accreditativo Traslatio Xacobea a tutte le imbarcazioni che completano questo itinerario.

Sulle rive e gli isolotti della ría si iniziava anche, in quei giorni del 1965, la collocazione di vari cruceiros (croci di pietra erette in genere agli incroci di strade) in luoghi strategici. Oggi, 17 opere d'arte in pietra marcano l'itinerario e costituiscono l'unica Via Crucis marittima del mondo.

In totale, 22 comuni appartenenti alle province di Pontevedra e La Coruña compongono il patronato della Fondazione Ruta Xacobea do mar de Arousa e Ulla. Tutti vivono sotto la protezione di questo oceano in miniatura che chiamiamo Ría di Arousa.

Un territorio di grandi paesaggi e spiagge, di ricca di storia e etnografia, che è stata culla o residenza di Valle-Inclán, Camilo José Cela, Rosalía de Castro, Alfonso Daniel Rodríguez Castelao, Manuel Antonio o i fratelli Camba. Con dolci pendii dove la coltivazione della vite ha creato vini internazionali come l'albariño. Una ría, popolata da isole autentiche —Ons, Sálvora, A Toxa, Arousa o Cortegada— che emergono tra le vistose "bateas" (vasche di legno per l'allevamento di frutti di mare) dove troviamo mitili, ostriche e capesante.

Descriviamo ora i 22 comuni che costituiscono la Fondazione Ruta Xacobea do Mar de Arousa. Prima di tutto, quelli appartenenti al sud della Ría di Arousa (Sanxenxo, Meaño, O Grove, Cambados, Meis, Ribadumia, Vilagarcía de Arousa, A Illa de Arousa, Vilanova de Arousa, Catoira, Valga, Pontecesures); poi quelli del nord della ría (Ribeira, A Pobra do Caramiñal, Boiro, Rianxo, Dodro) e, infine, il tratto, a piedi, da Padrón a Santiago de Compostela, che coincide con l'ultima tappa del Cammino portoghese e che descriveremo a parte, comune a comune (Padrón, Rois, Brión, Ames e Santiago de Compostela).