Cammino francese

Il Cammino francese è l'itinerario giacobeo con più tradizione storica e il più riconosciuto a livello internazionale.

Por San Xil:

  • Lunghezza 154,7 Km
  • Difficoltà Media

Por Samos:

  • Lunghezza 161,7 Km
  • Difficoltà Media
Una delle pagine del Códex calixtinus con disegno in miniatura dell'Apostolo Giacomo.

È il Cammino per eccellenza. L'itinerario giacobeo con più tradizione storica e il più riconosciuto a livello internazionale. Fu descritto già nel 1135 nel Codex Calixtinus, libro fondamentale giacobeo. Il Libro V di questo codice costituisce una vera e propria guida medievale del pellegrinaggio a Santiago. Qui si descrivono i tratti del Cammino francese dalle terre galliche e dà informazioni dettagliate sui santuari dell'itinerario, l'ospitalità, la gente, il cibo, le fontane, i costumi locali, ecc. Tutto è scritto con la sintesi e la chiarezza di una risposta pratica a una domanda concreta: il pellegrinaggio a Santiago.

Questa guida, attribuita al chierico francese Aymeric Picaud, evidenzia il desiderio politico-religioso di promuovere il santuario compostellano e facilitarne l'accesso. Quando si realizza questo libro, il Cammino francese e i pellegrinaggi raggiungono il massimo apogeo e il Cammino francese la maggior affluenza, se escludiamo il momento attuale. Santiago diventa la meta di pellegrini provenienti da tutto il mondo cristiano.

Tracciato dell'itinerario e risorse di interesse

Il Libro V del Codex Calixtinus costituisce una vera e propria guida medievale del pellegrinaggio a Santiago. In esso si specificano i tratti del Cammino francese dalle terre galliche.

Con il passare dei secoli e le trasformazioni politiche e religiose europee, l'itinerario fisico del Cammino francese ha perso peso specifico. Sarà alla fine del XIX secolo quando emerge un rinnovato interesse per la tematica giacobea, che continua nella seconda metà del XX secolo con la graduale ripresa dell'antico itinerario, internazionalmente riconosciuto come uno dei simboli storici dell'unità europea.

Il Cammino francese assume un tracciato preciso in Francia attraverso le quattro vie principali già descritte nel Codex Calixtinus. Tre di questi itinerari (Parigi-Tours, Vézelay-Limoges e Le Puy-Conques) entrano in Spagna da Roncisvalle, in Navarra, mentre la quarta (Arles-Toulouse) rientra per il porto di Somport e prosegue fino a Jaca, in Aragona. L'itinerario di Roncisvalle, che attraversa la città di Pamplona, si unisce con quello aragonese sul Punte de la Reina (Navarra).

Dal puente de la Reina, il Cammino francese mantiene un unico itinerario che attraversa località e città del nord della Spagna tanto significative come Estella, Logroño, Santo Domingo de la Calzada, Burgos, Castrojeriz, Frómista, Carrión de los Condes, Sahagún, León, Astorga, Ponferrada e Villafranca del Bierzo.

Il Cammino francese entra in Galizia dalla comarca (circoscrizione territoriale) del Bierzo.

I Cammini francese, inglese, del nord e primitivo, così come tutte le entrate a Santiago de Compostela, sono delimitate ufficialmente dalla Xunta de Galicia. Per maggiori informazioni si può consultare sito www.cultura.gal/IT/vie-santiago.